Navigare Facile

Behaviorismo e Psicoanalisi

Scuole Psicologia

La psicologia dalle sue origini ad oggi si sviluppata seguendo diverse strade dalle quali sono nate scuole di pensiero. Tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento, in particolare, si assistito ad un vero e proprio fiorire di studi sulla mente e sul comportamento in molti paesi del mondo e tra i tanti approcci nati agli albori di questa scienza ricordiamo il comportamentismo e la psicoanalisi.

Alla fine del XIX secolo Russia si affermarono gli studi di Ivan Pavlov che fece i suoi celebri esperimenti con gli animali per studiarne i riflessi condizionati, dando vita al comportamentismo, l'approccio oggettivo sviluppato da John Watson.

L'americano Watson il padre della scuola behaviorista il quale si concentra sull'analisi scientifica dell'ambiente e del comportamento degli esseri umani che rispondono ad esso attraverso reazioni obiettivamente osservabili e misurabili.

Agli antipodi rispetto al comportamentismo si collocano gli approcci che si focalizzano sull'analisi dei processi mentali i quali forse non possono essere osservati in maniera intersoggettiva, ma sono ugualmente indagabili con gli strumenti a disposizione degli psicologi, a cominciare dall'introspezione.

L'analisi dell'inconscio il caposaldo della psicanalisi che si fonda su un'impostazione diametralmente lontana da quella oggettiva dal momento che il paziente guidato dal medico a ricostruire l'origine del malessere radicata nell'inconscio.

Lo psicanalista viennese Sigmund Freud l'artefice della teoria psicoanalitica che si rivelata determinante nel corso dei decenni imponendosi anche all'attenzione del grande pubblico, larga parte del quale ha acquisito dimestichezza con l'interpretazione dei sogni, i lapsus, l'es, l'io e il super-io.

Dove